Chi è il costruttore di Macchinari? [Storia Vera]

sherlock-holmes-ventilatori industriali-macchine alimentari-macchine vetroIl costruttore di macchinari è riconosciuto universalmente come  l’imprenditore per eccellenza. E’ preparato e attento ai dettagli come Sherlock Holmes.

I commercianti, i liberi professionisti ed altro non sono minimamente paragonabili a questa categoria di persone. La meccanica, di base è la loro passione, anche se oggi l’elettronica la fa da padrona.

Qui racconto una Storia VERA per rendere più chiara la cosa, però con un nome di fantasia, non posso nominare l’azienda che oggi è un’eccellenza nella sua nicchia.

Questa e’ la storia di Mario, è nato nell’immediato dopoguerra, ha tre fratelli, la mamma fa la bracciante in campagna e il papà fa il muratore.

La famiglia è così povera che non ha nemmeno un fazzoletto di terra per coltivare l’orto e patiscono letteralmente la fame. Mario comincia a crescere ed e’ un ragazzino che piace alla gente per il suo sorriso e la voglia contagiosa di vivere. Mentre cresce si rende conto delle condizioni di vita pessime in cui e’ la sua famiglia.

Il  parroco del paese prende a cuore la situazione e spinge la famiglia a farlo continuare negli studi, infondo e’ il più piccole dei fratelli e non dovrebbe essere un problema. Il papa’ lo lascia fare, ma con l’unica condizione che si deve mantenere da solo gli studi.

Gli amici di Mario si fermano alle elementari, Mario va ben oltre le scuole medie e grazie alle prime borse di studio si diploma. La grande forza di Mario è determinata dalla condizione di estrema povertà della famiglia e dalla voglia di riscatto sociale.

Subito dopo la scuola, pur di lavorare si accontenta di un posto come operaio, nascondendo al titolare di essere diplomato. Pur avendo le basi tecniche, senza il l’esperienza in officina non avrebbe mai sviluppato un domani la capacità di risolvere i problemi pratici della meccanica di base.

Il padrone faceva spesso visita in officina e non ci mise molto a notare quel ragazzo – era troppo ingamba! Solo dopo, Mario, decise di confessare al padrone di avere il pezzo di carta [ai tempi il diploma era più che una laurea di oggi]. In pochi anni diventa il braccio destro del capo ufficio tecnico, questo ruolo gli permette di aumentare molto la sua esperienza, ma nel frattempo, origliando le telefonate importanti capisce come ci si muove con clienti e fornitori.

Arriva una fase della sua vita lavorativa dove si trova a dover risolvere un grosso problema di progettazione su un nuovo macchinario. Dopo prove – e prove – e prove con i colleghi, finalmente Mario trova la chiave di svolta grazie alla mano di un suo collega operaio con cui era entrato in sintonia sin dai primi anni.

Il giorno dopo, il proprietario e’ entusiasta del risultato, l’azienda avrebbe finalmente potuto esporre in fiera la nuova macchina! Mario quel giorno iniziò a meditare su una cosa:

quali altri macchinari nel mondo possono avere lo steso problema da risolvere?

Box_dvd

“Perchè non provo a specializzarmi solo in quella soluzione?” Si chiese tra se e se.

La voglia di conquistare il mondo stava prendendo piede dentro di lui. Ho scritto mondo ma in realtà negli anni ’50 e ’60 per quella gente, il mondo era al massimo il Nord Italia! Mario è un bravo ragazzo ed è anche  fidanzato, vorrebbe accasarsi come hanno fatto tutti – e si sposa con una ragazza umile, usando quel poco che hanno.

Nonostante la nuova responsabilità di essere un capo famiglia, ha un coraggio da LEONE: decide lo stesso di aprirsi l’officina e di sviluppare il sistema che avrebbe potuto dare la soluzione a più macchinari. L’officina e’ piccola, a convincere buoni operai a lavorare per lui è il suo carisma e la voglia di riscatto, non certo la promessa del posto fisso o lo stipendio più alto. Le richieste di lavoro iniziano ad aumentare e la voce si sparge, poi le prime fiere negli anni ’70 e i primi contatti con l’estero.

Anche se Mario ha compiuto da poco 40anni – capisce che non può fare a meno di imparare la lingua del commercio universale, l’inglese. E cosi’ dopo altre ore passate sui banchi serali, il suo business si allarga sempre di più. I dipendenti sono aumentati e anche i modelli di macchina che produce; Adesso coprono una gamma molto più ampia – ma senza  perdere il tipo di specialità che risolve.

Negli anni ’80 l’officina è diventata un vero e proprio stabilimento e il nome dell’azienda è legato a quel tipo di soluzione trovata molti anni prima. Quindi ha saputo trovare un nome al prodotto che non sia legato al semplice nome e cognome del fondatore!

Tu che stai leggendo magari sei il figlio o il nipote di qualcuno che ha fatto la storia, esattamente come il Sig. Mario, o magari eri un dipendente e hai rilevato l’azienda da un personaggio molto simile. Ma dentro di te sai di avere caratteristiche molto simili alle sue, Mario ha conosciuto la fame ma tu conosci le difficoltà del mondo moderno, dove, se il mercato non ti riconosce come il risolutore assoluto di un problema specifico fai una fatica esagerata.

Magari sui tuoi macchinari monti ventilatori industriali

Intanto spero di averti dimostrato che ti capisco, che conosco le tue difficoltà di tutti i giorni e conosco il mercato industriale “da qualche annetto”. Condividi con colleghi o imprenditori.

info@ventilatoreveloce.it

“A la prochaine fois!”

Gio’ PASQUALE

Box_dvd

 

 

The following two tabs change content below.
Avatar

Giovanni Pasquale

Gli amici mi chiamano Giò, lavoratore tenace e papà di Irene; sempre alla ricerca di modi per velocizzare le attività perchè "il tempo vale più del denaro." - Contattami nella chat in basso a destra, dove c'è scritto: Domande?

Lascia un commento

Powered by themekiller.com